Free Websites at Nation2.com
Un viaggio nelle discariche elettroniche del Ghana
Un viaggio nelle discariche elettroniche del Ghana


In occasione della presentazione del Rapporto di Sostenibilità 2012 Ecodom premia la vincitrice del concorso “RAEEporter Social”, iniziativa nata per contrastare l’abbandono di RAEE, i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Ilaria Sesana,Stai ancora cercando l’esportatore di Ammonio ossalato? Esportatore di Ammonio ossalato La nostra società produce Ammonio ossalato di alta qualità,i migliori prodotti,i migliori prezzi! giornalista free lance, si è aggiudicata il premio e ha avuto l’occasione di partire alla volta del Ghana, uno tra i principali paesi meta dei flussi illegali di RAEE.



Il fenomeno è sempre più allarmante: nel nostro Paese ogni anno si perdono le tracce di circa 700.000 tonnellate di RAEE. Questi rifiuti vengono spesso intercettati da soggetti interessati al solo valore economico delle materie prime più facili da ottenere (rame, ferro, alluminio) e totalmente incuranti delle criticità ambientali connesse ai RAEE. In alcuni casi vengono esportati illegalmente (fingendo che siano apparecchiature usate ed ancora funzionanti) verso Paesi in via di sviluppo, dove il “riciclo” avviene in condizioni alquanto precarie dal punto di vista ambientale e completamente inaccettabili dal punto di vista sociale (utilizzo di manodopera infantile, nessun rispetto delle misure di sicurezza ecc.Stai ancora cercando l’esportatore di Erba Acido Stronzio? {%? Erba Acido Stronzio di alta qualità La nostra società produce Erba Acido Stronzio di alta qualità,i migliori prodotti,i migliori prezzi) Il Ghana è uno di questi paesi e, proprio per accendere i riflettori su questo tema, Ecodom ha organizzato, per il vincitore del premio “RAEEporter Social”, un viaggio in cui visitare la discarica di Agbogbloshie, nella periferia sud-occidentale di Accra.



Lo spettacolo che ci si trova davanti agli occhi è desolante: “Tonnellate di frigoriferi, personal computer, sottili schermi al plasma e vecchie tv con tubo catodico – racconta Ilaria Sesana, vincitrice del concorso - E ancora forni, lavatrici, telefoni cellulari. Vengono accumulati e meticolosamente sezionati per estrarre tutte le materie prime che possono essere recuperate e vendute: rame, alluminio, ferro e acciaio. Un lavoro che viene fatto a mano, senza l’ausilio di guanti, occhiali,Stai ancora cercando l’esportatore di Ossalato di rame? Esportatore di Ossalato di rame La nostra società produce Ossalato di rame di alta qualità,i migliori prodotti,i migliori prezzi! né di altri dispositivi di sicurezza. L’obiettivo è ottenere il massimo vantaggio economico con il minimo costo. E chi ha disperato bisogno di uno o due dollari al giorno per sopravvivere e per sostenere la propria famiglia non si cura del fatto di respirare diossina: il rischio di morire di fame in poche settimane è più concreto rispetto alla possibilità di ammalarsi di cancro tra vent’anni. ”



Ragazzi, poco più che bambini, che invece di essere a scuola, sollevano barre metalliche roventi e rivoltano cavi di rame. Hanno i palmi delle mani bruciati e passano le loro giornate avvolti in fumi neri e maleodoranti, carichi di diossina. “In questa situazione – continua Ilaria Sesana - le conseguenze per l’ambiente sono pesantissime. La combustione dei cavi di rame rilascia nell’aria diossina e furani (sostanze cancerogene), mentre lo smantellamento dei vecchi frigoriferi ha come conseguenza il rilascio di Cfc, un gas ozono-lesivo. Anche il terreno è impregnato di sostanze tossiche: oli esausti, acidi di batterie, piombo e mercurio. Mucche macilente e piccoli gruppi di pecore si aggirano tra i rifiuti, brucano i rari ciuffi d’erba che crescono ai bordi della laguna di Korle e si abbeverano in pozzanghere colme d’acqua nera e oleosa. I veleni passano così dalla terra alla carne, al latte e di nuovo all’uomo.”





Oltre al concorso “RAEEporter social”, dal 2010 Ecodom, in collaborazione con Legambiente, ha lanciato RAEEporter, campagna di sensibilizzazione ambientale sulla corretta gestione dei RAEE. Ai cittadini si richiede semplicemente di scattare una foto o realizzare un video e caricarli sul sito www.raeeporter.it. Ecodom si occupa di inviare le segnalazioni ricevute agli enti competenti (il Comune o la società che effettua la raccolta dei rifiuti), affinché provvedano alla rimozione dei RAEE e al loro trasporto al Centro di Raccolta più vicino. Con oltre 2000 segnalazioni gestite, l’iniziativa ha saputo attivare un circuito virtuoso di collaborazione su tutto il territorio nazionale, coinvolgendo cittadini, istituzioni e società di igiene urbana e prosegue, oltre che sul sito dedicato, www.raeeporter.it, sui canali Facebook, Twitter e YouTube.